Impostazioni del criterio di Network Agent

27 febbraio 2024

ID 158030

Espandi tutto | Comprimi tutto

Per configurare il criterio di Network Agent:

  1. Nella struttura della console selezionare la cartella Criteri.
  2. Nell'area di lavoro della cartella selezionare il criterio di Network Agent.
  3. Nel menu di scelta rapida del criterio selezionare Proprietà.

Verrà visualizzata la finestra delle proprietà del criterio di Network Agent.

Generale

Nella sezione Generale è possibile modificare lo stato del criterio e specificare l'ereditarietà delle impostazioni criterio:

  • Nella sezione Stato criterio è possibile selezionare una modalità criterio:
    • Criterio attivo
    • Criterio fuori sede
    • Criterio inattivo
  • Nel gruppo di impostazioni Ereditarietà impostazioni è possibile configurare l'ereditarietà del criterio:
    • Eredita impostazioni dal criterio padre
    • Forza ereditarietà impostazioni nei criteri figlio

Configurazione eventi

La sezione Configurazione eventi consente di configurare la registrazione degli eventi e le notifiche degli eventi. Gli eventi vengono distribuiti nelle seguenti schede in base al livello di importanza:

  • Critico

    La scheda Critico non è visualizzata nelle proprietà del criterio di Network Agent.

  • Errore funzionale
  • Avviso
  • Informazioni

In ogni scheda, l'elenco mostra i tipi di eventi e il periodo di archiviazione predefinito per gli eventi in Administration Server (in giorni). Facendo clic sul pulsante Proprietà è possibile specificare le impostazioni di registrazione degli eventi e le notifiche sugli eventi selezionati nell'elenco. Per impostazione predefinita, le impostazioni di notifica comuni specificate per l'intero Administration Server vengono utilizzate per tutti i tipi di eventi. Tuttavia, è possibile modificare impostazioni specifiche per i tipi di eventi desiderati.

Ad esempio, nella scheda Avviso, è possibile configurare il tipo di evento Si è verificato un incidente. Tali eventi possono ad esempio verificarsi quando lo spazio libero sul disco di un punto di distribuzione è inferiore a 2 GB (sono necessari almeno 4 GB per installare le applicazioni e scaricare gli aggiornamenti in remoto). Per configurare l'evento Si è verificato un incidente, selezionarlo e fare clic sul pulsante Proprietà. Successivamente è possibile specificare la posizione in cui archiviare gli eventi che si sono verificati e la modalità di notifica.

Se Network Agent ha rilevato un incidente, è possibile gestire tale incidente utilizzando le impostazioni di un dispositivo gestito.

Per selezionare più tipi di eventi, utilizzare il tasto MAIUSC o CTRL. Per selezionare tutti i tipi, utilizzare il pulsante Seleziona tutto.

Impostazioni

Nella sezione Impostazioni è possibile configurare il criterio di Network Agent:

  • Distribuisci i file solo tramite punti di distribuzione
  • Dimensione massima della coda di eventi (MB)
  • L'applicazione può recuperare i dati estesi del criterio nel dispositivo
  • Proteggi il servizio Network Agent dalle operazioni non autorizzate di rimozione o terminazione e impedisci la modifica delle impostazioni
  • Usa password di disinstallazione

Archivi

Nella sezione Archivi è possibile selezionare i tipi di oggetti i cui dettagli verranno inviati da Network Agent ad Administration Server. Se la modifica di alcune impostazioni in questa sezione non è consentita dal criterio di Network Agent, non è possibile modificare tali impostazioni. Le impostazioni nella sezione Archivi sono disponibili solo nei dispositivi che eseguono Windows:

  • Informazioni dettagliate sugli aggiornamenti Windows Update
  • Informazioni dettagliate sulle vulnerabilità del software e sugli aggiornamenti corrispondenti
  • Dettagli registro hardware
  • Informazioni dettagliate sulle applicazioni installate
  • Includi informazioni sulle patch

Vulnerabilità e aggiornamenti software

Nella sezione Vulnerabilità e aggiornamenti software è possibile configurare la ricerca e la distribuzione degli aggiornamenti di Windows, nonché abilitare la scansione dei file eseguibili per rilevare la presenza di vulnerabilità. Le impostazioni nella sezione Vulnerabilità e aggiornamenti software sono disponibili solo nei dispositivi che eseguono Windows:

  • Usa Administration Server come server WSUS
  • In Consentire agli utenti di gestire l'installazione degli aggiornamenti Windows Update è possibile limitare gli aggiornamenti di Windows che gli utenti possono installare manualmente nei propri dispositivi tramite Windows Update.

    Nei dispositivi che eseguono Windows 10, se Windows Update ha già rilevato aggiornamenti per il dispositivo, la nuova opzione selezionata in Consentire agli utenti di gestire l'installazione degli aggiornamenti Windows Update verrà applicata solo dopo l'installazione degli aggiornamenti rilevati.

    Selezionare un elemento nell'elenco a discesa:

    • Consentire agli utenti di installare tutti gli aggiornamenti Windows Update applicabili
    • Consentire agli utenti di installare solo gli aggiornamenti Windows Update approvati
    • Non consentire agli utenti di installare gli aggiornamenti Windows Update
  • Nel gruppo di impostazioni Modalità di ricerca di Windows Update è possibile selezionare la modalità di ricerca degli aggiornamenti:
    • Attiva
    • Passiva
    • Disabilitata
  • Esegui la scansione dei file eseguibili per rilevarne le vulnerabilità al momento dell'esecuzione

Gestione riavvio

Nella sezione Gestione riavvio è possibile specificare l'azione che deve essere eseguita se il sistema operativo di un dispositivo gestito deve essere riavviato per utilizzare, installare o disinstallare correttamente un'applicazione. Le impostazioni nella sezione Gestione riavvio sono disponibili solo nei dispositivi che eseguono Windows:

  • Non riavviare il sistema operativo
  • Riavvia automaticamente il sistema operativo se necessario
  • Richiedi l'intervento dell'utente
    • Ripeti la richiesta ogni (min.)
    • Forza riavvio dopo (min.)
    • Tempo di attesa prima della chiusura forzata delle applicazioni nelle sessioni bloccate (min.)

Condivisione desktop Windows

Nella sezione Condivisione desktop Windows è possibile abilitare e configurare il controllo delle azioni eseguite dall'amministratore in un dispositivo remoto quando viene condiviso l'accesso al desktop. Le impostazioni nella sezione Condivisione desktop Windows sono disponibili solo nei dispositivi che eseguono Windows:

  • Abilita controllo
  • Maschere dei file da monitorare durante la lettura
  • Maschere dei file da monitorare durante la modifica

Gestire patch e aggiornamenti

Nella sezione Gestire patch e aggiornamenti è possibile configurare il download e la distribuzione degli aggiornamenti, nonché l'installazione delle patch nei dispositivi gestiti:

  • Installa automaticamente le patch e gli aggiornamenti applicabili per i componenti con lo stato Indefinito
  • Scarica aggiornamenti e database anti-virus da Administration Server anticipatamente (scelta consigliata)

Connettività

La sezione Connettività include tre sottosezioni nidificate:

  • Rete
  • Profili connessione (solo per Windows e macOS)
  • Pianificazione connessione

Nella sottosezione Rete è possibile configurare la connessione ad Administration Server, abilitare l'utilizzo di una porta UDP e specificare il relativo numero. Sono disponibili le seguenti opzioni:

  • Nel gruppo di impostazioni Connessione ad Administration Server è possibile configurare la connessione ad Administration Server e specificare l'intervallo di tempo per la sincronizzazione tra i dispositivi client e Administration Server:
    • Comprimi traffico di rete
    • Apri porte di Network Agent in Microsoft Windows Firewall
    • Usa SSL
    • Usa il gateway di connessione nel punto di distribuzione (se disponibile) con le impostazioni di connessione predefinite
  • Usa porta UDP
  • Numero di porta UDP
  • Usa punto di distribuzione per forzare la connessione ad Administration Server

Nella sottosezione Profili connessione è possibile specificare le impostazioni del percorso di rete, configurare i profili di connessione per Administration Server e abilitare la modalità fuori sede quando Administration Server non è disponibile. Le impostazioni nella sezione Profili connessione sono disponibili solo nei dispositivi che eseguono Windows e macOS:

  • Impostazioni percorso di rete
  • Profili connessione di Administration Server
  • Abilita la modalità fuori sede quando Administration Server non è disponibile

Nella sottosezione Pianificazione connessione è possibile specificare gli intervalli di tempo durante i quali Network Agent invia i dati ad Administration Server:

  • Connetti quando necessario
  • Connetti negli intervalli di tempo specificati

Punti di distribuzione

La sezione Punti di distribuzione include quattro sottosezioni nidificate:

  • Polling della rete
  • Impostazioni della connessione Internet
  • Proxy KSN
  • Aggiornamenti

Nella sottosezione Polling della rete è possibile configurare il polling automatico della rete. È possibile abilitare tre tipi di polling, ovvero il polling di rete, il polling dell'intervallo IP e il polling di Active Directory:

  • Consenti il polling della rete
  • Abilita polling intervalli IP
  • Usa polling Zeroconf (solo nelle piattaforme Linux; gli intervalli IP specificati manualmente verranno ignorati)
  • Abilita polling di Active Directory

Nella sottosezione Impostazioni della connessione Internet, è possibile specificare le impostazioni di accesso a Internet:

  • Usa server proxy
  • Indirizzo server proxy
  • Numero di porta
  • Ignora il server proxy per gli indirizzi locali
  • Autenticazione server proxy
  • Nome utente
  • Password

Nella sottosezione Proxy KSN è possibile configurare l'applicazione per l'utilizzo del punto di distribuzione per l'inoltro delle richieste KSN dai dispositivi gestiti:

  • Abilita proxy KSN da parte del punto di distribuzione
  • Inoltra richieste KSN ad Administration Server
  • Accedi a KSN Cloud/KSN Privato direttamente tramite Internet
  • Porta TCP
  • Usa porta UDP

Nella sottosezione Aggiornamenti è possibile specificare se Network Agent deve scaricare i file diff abilitando o disabilitando l'opzione Scarica file diff. Questa opzione è abilitata per impostazione predefinita.

Cronologia revisioni

Nella scheda Cronologia revisioni è possibile visualizzare la cronologia delle revisioni dei criteri di Network Agent. È possibile confrontare le revisioni, visualizzare le revisioni ed eseguire operazioni avanzate, ad esempio salvare le revisioni in un file, eseguire il rollback a una revisione e aggiungere e modificare le descrizioni delle revisioni.

Confronto tra funzionalità in base ai sistemi operativi Network Agent

La seguente tabella mostra quali impostazioni dei criteri di Network Agent è possibile utilizzare per configurare Network Agent con un sistema operativo specifico.

Impostazioni dei criteri di Network Agent: confronto in base ai sistemi operativi

Sezione Criterio

Windows

Mac

Linux

Generale

Sì.

Sì.

Sì.

Configurazione eventi

Sì.

Sì.

Sì.

Impostazioni

Sì.

Sì.

Sì.

Sono disponibili le seguenti opzioni:

  • Distribuisci i file solo tramite punti di distribuzione
  • Dimensione massima della coda di eventi (MB)
  • L'applicazione può recuperare i dati estesi del criterio nel dispositivo

Archivi

Sì.

No.

Sì.

Sono disponibili le seguenti opzioni:

  • Informazioni dettagliate sulle applicazioni installate
  • Dettagli registro hardware

Vulnerabilità e aggiornamenti software

Sì.

No.

No.

Gestione riavvio

Sì.

No.

No.

Condivisione desktop Windows

Sì.

No.

No.

Gestire patch e aggiornamenti

Sì.

No.

No.

ConnettivitàRete

Sì.

Sì.

Sì.

Ad eccezione dell'opzione Apri porte di Network Agent in Microsoft Windows Firewall.

ConnettivitàProfili connessione

Sì.

Sì.

No.

ConnettivitàPianificazione connessione

Sì.

Sì.

Sì.

Punti di distribuzionePolling della rete

Sì.

No.

Sì.

Sono disponibili le seguenti opzioni:

  • Zeroconf
  • Intervalli IP

Punti di distribuzioneImpostazioni della connessione Internet

Sì.

Sì.

Sì.

Punti di distribuzioneProxy KSN

Sì.

No.

Sì.

Punti di distribuzioneAggiornamenti

Sì.

No.

Sì.

Cronologia revisioni

Sì.

Sì.

Sì.

Vedere anche:

Scenario: Aggiornamento periodico di database e applicazioni Kaspersky

Informazioni sugli aggiornamenti software di terze parti

Hai trovato utile questo articolo?
Cosa pensi che potremmo migliorare?
Grazie per il feedback! Ci stai aiutando a migliorare.
Grazie per il feedback! Ci stai aiutando a migliorare.