Informazioni sul profilo criterio

17 giugno 2024

ID 89258

Profilo criterio è una raccolta denominata di impostazioni di un criterio attivato in un dispositivo client (computer o dispositivo mobile) quando il dispositivo soddisfa determinate regole di attivazione. L'attivazione di un profilo determina la modifica delle impostazioni del criterio attivo nel dispositivo prima dell'attivazione del profilo. Tali impostazioni assumono i valori specificati nel profilo.

I profili criterio sono necessari per consentire l'esecuzione dei dispositivi all'interno di un unico gruppo di amministrazione con diverse impostazioni del criterio. Ad esempio, può verificarsi una situazione in cui le impostazioni del criterio devono essere modificate per alcuni dispositivi in un gruppo di amministrazione. In questo caso, è possibile configurare profili criterio per tale criterio, in modo da poter modificare le impostazioni del criterio per determinati dispositivi nel gruppo di amministrazione. Il criterio vieta ad esempio l'esecuzione di un software di navigazione GPS in tutti i dispositivi nel gruppo di amministrazione Utenti. Il software di navigazione GPS è necessario in un solo dispositivo nel gruppo di amministrazione Utenti: quello di proprietà dell'utente che ha il ruolo di corriere. È possibile contrassegnare tale dispositivo semplicemente come "Corriere" e riconfigurare il profilo criterio in modo da consentire l'esecuzione del software di navigazione GPS solo nel dispositivo contrassegnato come "Corriere", mantenendo tutte le altre impostazioni del criterio. In questo caso, se un dispositivo contrassegnato come "Corriere" viene visualizzato nel gruppo di amministrazione Utenti, questo sarà autorizzato a eseguire il software di navigazione GPS. L'esecuzione del software di navigazione GPS continuerà a essere vietata negli altri dispositivi del gruppo di amministrazione Utenti, a meno che anche questi non siano contrassegnati come "Corriere".

I profili sono supportati solo dai seguenti criteri:

  • Criteri di Kaspersky Endpoint Security for Windows
  • Criteri di Kaspersky Endpoint Security for Mac
  • Criteri del plug-in di Kaspersky Mobile Device Management dalla versione 10 Service Pack 1 alla versione 10 Service Pack 3 Maintenance Release 1
  • Criteri del plug-in di Kaspersky Device Management for iOS
  • Criteri di Kaspersky Security for Virtualization 5.1 Light Agent for Windows
  • Criteri di Kaspersky Security for Virtualization 5.1 Light Agent for Linux

I profili criterio semplificano la gestione dei dispositivi client a cui si applicano i criteri:

  • Le impostazioni del profilo criterio possono differire dalle impostazioni del criterio.
  • Non è necessario gestire e applicare manualmente più istanze di un singolo criterio che variano solo per qualche impostazione.
  • Non è necessario allocare un criterio distinto per gli utenti fuori sede.
  • È possibile esportare e importare i profili criterio, nonché creare nuovi profili criterio in base a quelli esistenti.
  • Un singolo criterio può avere più profili criterio attivi. Solo i profili che soddisfano le regole di attivazione valide nel dispositivo saranno applicati a tale dispositivo.
  • I profili sono soggetti alla gerarchia dei criteri. Un criterio ereditato include tutti i profili del criterio di livello più elevato.

Priorità dei profili

I profili creati per un criterio vengono disposti in ordine di priorità decrescente. Ad esempio, se il profilo X si trova più in alto nell'elenco dei profili rispetto al profilo Y, avrà una priorità più alta rispetto a quest'ultimo. A un unico dispositivo possono essere applicati contemporaneamente diversi profili. Se i valori di un'impostazione differiscono in diversi profili, il valore del profilo con priorità più elevata verrà applicato nel dispositivo.

Regole per l'attivazione del profilo

Un profilo criterio viene attivato in un dispositivo client quando viene eseguita una regola di attivazione. Le regole di attivazione sono set di condizioni che, se soddisfatte, avviano il profilo criterio in un dispositivo. Una regola di attivazione può contenere le seguenti condizioni:

  • Network Agent in un dispositivo client si connette all'Administration Server con un determinato set di impostazioni di connessione, ad esempio indirizzo dell'Administration Server, numero di porta e così via.
  • Il dispositivo client è offline.
  • Al dispositivo client sono stati assegnati determinati tag.
  • Il dispositivo client è collocato in modo esplicito (il dispositivo viene immediatamente collocato nell'unità specificata) o implicito (il dispositivo è collocato in un'unità che si trova nell'unità specificata a qualsiasi livello di annidamento) in un'unità specifica di Active Directory, il dispositivo o il relativo proprietario si trova in un gruppo di protezione di Active Directory.
  • Il dispositivo client appartiene a un determinato proprietario o il proprietario del dispositivo fa parte di un gruppo di protezione interno di Kaspersky Security Center.
  • Al proprietario del dispositivo client è stato assegnato un ruolo specificato.

Criteri nella gerarchia dei gruppi di amministrazione

Se si crea un criterio in un gruppo di amministrazione di basso livello, il nuovo criterio eredita tutti i profili del criterio attivo dal gruppo di livello superiore. I profili con nomi identici vengono uniti. I profili criterio per il gruppo di livello superiore hanno una priorità più elevata. Nel gruppo di amministrazione A, ad esempio, il criterio P(A) dispone dei profili X1, X2 e X3 (in ordine di priorità decrescente). Nel gruppo di amministrazione B, che è un sottogruppo del gruppo A, il criterio P(B) è stato creato con i profili X2, X4, X5. Il criterio P(B) verrà quindi modificato con il criterio P(A) affinché l'elenco dei profili nel criterio P(B) venga visualizzato nel modo seguente: X1, X2, X3, X4, X5 (in ordine di priorità decrescente). La priorità del profilo X2 dipenderà dallo stato iniziale del profilo X2 del criterio P(B) e dal profilo X2 del criterio P(A). Dopo la creazione del criterio P(B), il criterio P(A) non verrà più visualizzato nel sottogruppo B.

Il criterio attivo viene ricalcolato ogni volta che si avvia Network Agent, si abilita o disabilita la modalità offline o si modifica l'elenco dei tag assegnati al dispositivo client. Ad esempio, le dimensioni della RAM sono state aumentate nel dispositivo che, a sua volta, ha attivato il profilo criterio applicato nei dispositivi con una RAM di grandi dimensioni.

Proprietà e limitazioni dei profili criterio

I profili dispongono delle seguenti proprietà:

  • I profili di un criterio inattivo non hanno impatto sui dispositivi client.
  • Se un criterio è impostato sullo stato Criterio fuori sede, anche i profili del criterio verranno applicati quando un dispositivo viene disconnesso dalla rete aziendale.
  • I profili non supportano l'analisi statica dell'accesso ai file eseguibili.
  • Un profilo criterio non può contenere impostazioni delle notifiche degli eventi.
  • Se la porta UDP 15000 viene utilizzata per la connessione di un dispositivo ad Administration Server, il profilo criterio corrispondente viene attivato entro un minuto dall'assegnazione di un tag al dispositivo.
  • È possibile utilizzare le regole per la connessione di Network Agent ad Administration Server quando si creano le regole di attivazione del profilo criterio.

Hai trovato utile questo articolo?
Cosa pensi che potremmo migliorare?
Grazie per il feedback! Ci stai aiutando a migliorare.
Grazie per il feedback! Ci stai aiutando a migliorare.