Passaggio 7. Creazione di una configurazione iniziale della protezione dell'ambiente cloud

8 aprile 2024

ID 148986

Espandi tutto | Comprimi tutto

In questo passaggio Kaspersky Security Center crea automaticamente criteri e attività. La finestra Configura protezione iniziale visualizza un elenco dei criteri e delle attività creati dall'applicazione.

Se si utilizza un database RDS nell'ambiente cloud AWS, è necessario specificare la coppia di chiavi di accesso IAM in Kaspersky Security Center durante la creazione dell'attività di backup di Administration Server. In questo caso, compilare i seguenti campi:

  • Nome del bucket S3
  • ID chiave di accesso
  • Chiave segreta

Se si utilizza un database SQL Azure nell'ambiente cloud Azure, è necessario specificare le informazioni sul server SQL Azure in Kaspersky Security Center durante la creazione dell'attività di backup di Administration Server. In questo caso, compilare i seguenti campi:

Se è in corso la distribuzione di Administration Server in Google Cloud, è necessario selezionare una cartella in cui verranno archiviate le copie di backup. Selezionare una cartella nel dispositivo locale o una cartella nell'istanza di una macchina virtuale.

Il pulsante Avanti diventa disponibile dopo la creazione di tutti i criteri e le attività che sono necessari per la configurazione minima della protezione.

Se un dispositivo in cui devono essere eseguite le attività non è visibile per l'Administration Server, le attività vengono avviate solo quando il dispositivo diventa visibile. Se si crea una nuova istanza EC2 o una nuova macchina virtuale di Azure, potrebbe essere necessario un certo tempo prima che risulti visibile per l'Administration Server. Se si desidera che Network Agent e le applicazioni di protezione vengano installati appena possibile in tutti i nuovi dispositivi creati, verificare che l'opzione Esegui attività non effettuate sia abilitata per l'attività Installa l'applicazione in remoto. In caso contrario, Network Agent e le applicazioni di protezione non verranno installati in una nuova istanza o macchina virtuale creata finché l'attività non viene avviata in base alla relativa pianificazione.

Vedere anche:

Creazione di ruoli IAM e account utente IAM per le istanze Amazon EC2

Creazione di una sottoscrizione, un ID applicazione e una password

Creazione di e-mail client, ID progetto e chiave privata

Scenario: Distribuzione per un ambiente cloud

Utilizzo di Amazon RDS

Utilizzo di Azure SQL

Utilizzo di Google Cloud SQL per l'istanza MySQL

Hai trovato utile questo articolo?
Cosa pensi che potremmo migliorare?
Grazie per il feedback! Ci stai aiutando a migliorare.
Grazie per il feedback! Ci stai aiutando a migliorare.