Kaspersky Endpoint Security 12 for Windows

Utilizzo dei dispositivi criptati quando non è possibile accedervi

8 luglio 2024

ID 128089

Ottenimento dell'accesso ai dispositivi criptati

Per un utente può essere necessario richiedere l'accesso a dispositivi criptati nei seguenti casi:

  • Il disco rigido è stato criptato in un altro computer.
  • La chiave di criptaggio per un dispositivo non è presente sul computer (ad esempio, al primo tentativo di accesso all'unità rimovibile criptata sul computer) e il computer non è connesso a Kaspersky Security Center.

    Dopo che l'utente ha applicato la chiave di accesso al dispositivo criptato, Kaspersky Endpoint Security salva la chiave di criptaggio nel computer dell'utente e consente l'accesso al dispositivo durante i tentativi di accesso successivi, anche se la connessione a Kaspersky Security Center non è disponibile.

L'accesso ai dispositivi criptati può essere ottenuto come segue:

  1. L'utente utilizza l'interfaccia dell'applicazione di Kaspersky Endpoint Security per creare un file della richiesta di accesso con l'estensione kesdc e lo invia all'amministratore della rete LAN aziendale.
  2. L'amministratore utilizza Kaspersky Security Center Administration Console per creare un file chiave di accesso con l'estensione kesdr e lo invia all'utente.
  3. L'utente applica la chiave di accesso.

Ripristino dei dati nei dispositivi criptati

Un utente può utilizzare l'Utilità di Ripristino del Dispositivo Criptato (di seguito denominata utilità di ripristino) per gestire i dispositivi criptati. Questo può essere necessario nei seguenti casi:

  • La procedura per l'utilizzo di una chiave di accesso per ottenere l'accesso ha avuto esito negativo.
  • I componenti di criptaggio non sono stati installati nel computer con il dispositivo criptato.

I dati necessari per ripristinare l'accesso ai dispositivi criptati tramite l'utilità di ripristino risiedono nella memoria del computer dell'utente in formato non criptato per un certo periodo di tempo. Per ridurre il rischio di accessi non autorizzati a tali dati, è consigliabile ripristinare l'accesso ai dispositivi criptati in computer attendibili.

I dati nei dispositivi criptati possono essere ripristinati come segue:

  1. L'utente utilizza l'utilità di ripristino per creare un file della richiesta di accesso con l'estensione fdertc e lo invia all'amministratore della rete LAN aziendale.
  2. L'amministratore utilizza Kaspersky Security Center Administration Console per creare un file chiave di accesso con l'estensione fdertr e lo invia all'utente.
  3. L'utente applica la chiave di accesso.

Per ripristinare i dati in dischi rigidi di sistema criptati, l'utente può anche specificare le credenziali dell'account per l'Agente di Autenticazione nell'utilità di ripristino. Se i metadati dell'account per l'Agente di Autenticazione sono danneggiati, l'utente deve eseguire la procedura di ripristino tramite un file di richiesta di accesso.

Prima del ripristino dei dati nei dispositivi criptati, è consigliabile annullare il criterio di Kaspersky Security Center o disabilitare il criptaggio nelle impostazioni del criterio di Kaspersky Security Center nel computer in cui verrà eseguita la procedura. Questo impedisce che il dispositivo venga nuovamente criptato.

In questa sezione

Ripristino dei dati utilizzando l'utilità di ripristino FDERT

Creazione di un Rescue Disk del sistema operativo

Hai trovato utile questo articolo?
Cosa pensi che potremmo migliorare?
Grazie per il feedback! Ci stai aiutando a migliorare.
Grazie per il feedback! Ci stai aiutando a migliorare.